Amo il verbo…imparare. Anche a 57 anni. Anche con tanto studio alle spalle. Anche con tanta esperienza lavorativa.

Imparare è gioia perché allarga e allunga gli orizzonti.

ACQUISIRE CONOSCENZE

Non vi sembra magnifico?

Non finiamo davvero mai, ci sarà sempre qualcosa che non sappiamo, qualcosa con cui misurarci, qualcosa di nuovo da incontrare. La vita è una grande, continua lezione. A me sembra un bel privilegio, lungo il cammino, poter aggiungere a ogni passo un tassello in più.

Penso anche a quanto il tempo ci faccia rivisitare le informazioni, i concetti, le convinzioni. Proprio perché nei giorni e negli anni ci facciamo un bagaglio, possiamo rivedere molte cose sotto una nuova luce, aggiungere considerazioni, capire quello che prima ci sfuggiva, cambiare idea.

Imparare mette forse in crisi soltanto le menti granitiche. Quelle che non si mettono in discussione e non mettono in discussione il loro sapere.

Talvolta gli irremovibili con il para-occhi dicono di praticare la coerenza. Le opinioni vanno invece aggiornate! Se siamo aperti e intelligenti, siamo certamente disposti a cambiarle.

Imparare è vitalità. Davvero tiene costantemente spalancata la porta sul mondo e sull’esistenza. Ecco perché la coerenza non coincide affatto con la giusta e naturale trasformazione del nostro pensiero. Siamo incoerenti solo se ci tradiamo, se non siamo fedeli ai valori in cui realmente crediamo.

Comunque mi è venuto in mente il verbo imparare perché è la sfida più avventurosa e più straordinaria che ci possa capitare di fare. Impariamo da tutto e tutti, impariamo ovunque, impariamo in ogni circostanza. Non soltanto nozioni. Impariamo a fare, impariamo a essere.

Sono contenta perché credo sia un privilegio, rendersene conto.

È l’incanto dell’umiltà. Per questo capisco poco chi si sente “arrivato” invece di sentirsi in viaggio…Per questo faccio i salti di gioia a ogni opportunità del caso. Abbiamo tanto, tantissimo, da scoprire!

Insomma a 57 anni mi sento come una scolaretta e devo dirvi che è una sensazione davvero grandiosa. Sì, diciamolo, fino a quando siamo giovanetti magari non diamo la stessa attenzione e la stessa importanza alla meraviglia di imparare, da grandi c’è molto gusto!

Anche a voi piace il verbo imparare?