Io sosterrò sempre che il ringraziamento è la più alta forma di pensiero, e che la gratitudine non è altro che una felicità raddoppiata dalla sorpresa.

(GK Chesterton)

La riconoscenza non è soltanto un dovere morale. È un piacere, è una gioia.

Ringraziare per un’attenzione o per una gentilezza, essere grati a chi ci ha aiutato, ricambiare con la stessa disponibilità, è un potente atto di forza.

È generoso chi ci tende una mano, è generoso chi ricorda la mano ricevuta.

Essere ri-conoscenti significa rendersi conto di ciò che abbiamo ricevuto e apprezzarlo. Una splendida e profonda espressione di UMANITA’. Quella che ci tiene uniti, quella che ci offre il senso dei nostri limiti e il privilegio della solidarietà.

Viviamo un costante “dare e avere” e mi piace pensarlo al di là dell’obbligo.

Credo sia un sentimento di pienezza, di letizia, di serenità.

Nell’educazione ai bambini insegniamo i piccoli gesti e le parole gentili perché nulla è scontato e tutti ci troviamo nella vita a fare qualcosa per gli altri o a essere sostenuti dagli altri: diamo e riceviamo.

Ecco, la RICONOSCENZA è fondamentalmente una dote di umiltà e di rispetto.

La riconoscenza è un valore. Con la nostra intelligenza, con la nostra sensibilità, portiamo nel cuore la memoria di chi ha avuto per noi un riguardo.

Le persone riconoscenti difficilmente sono superficiali.

Pensano, ricordano, notano con emozione il garbo di chi le abbraccia in un momento di difficoltà o esulta di un loro risultato felice.

Non cercano più di ricambiare per assolvere a un dovere ma per esercitare un piacere. Ringraziano, con slancio.

La vita è fatta in fondo di un’infinità di piccoli e grandi istanti, di piccoli e grandi incontri, di piccole e grandi occasioni, di piccoli e grandi bisogni e di piccoli e grandi modi per starci vicino.

Ci rimette in pace con noi stessi e con il mondo, la riconoscenza. È bellissima perché è la prova tangibile della bontà, della complicità, dell’affetto, della lealtà, della correttezza. Sì, è come un super potere che tutti possiamo avere!

Grazie sempre. Grazie a tutti voi che mi leggete.