È arrivata l’estate e con lei è arrivata la mia agognata vacanza in Sardegna.

Ero stanca e sono felice di potermi godere un lungo relax al mare.

Ma non è della mia vacanza che voglio scrivervi, quanto delle emozioni d’estate!

Non trovate anche voi che sia una grande stagione di pensieri, idee, sentimenti, vivacità? Forse sono le giornate lunghe e luminose, forse sono le pause dal lavoro, forse sono le occasioni che ci concediamo, comunque l’estate è sempre il tempo che attendiamo e nel quale riponiamo desideri e aspettative, no?

Da ragazzini è spesso il periodo dei piccoli e grandi flirt, poi cresciamo e diventa il magnifico spazio di un viaggio o di un sogno.

Il caldo, anche quando ce ne lamentiamo, sembra sciogliere tutto. Anche le timidezze, anche le pigrizie. Ci spogliamo, letteralmente. Pure delle resistenze.

Ne abbiamo voglia, ne abbiamo bisogno.

Insieme ai vestiti cerchiamo di alleggerire lo spirito. Forse ci facciamo caso, forse no. Eppure nell’aria luccicano entusiasmi e allegrie. Rallentiamo il ritmo e ci riconciliamo un po’ con tutto. Annusiamo i profumi, godiamo i colori. Ogni luogo si ammanta di bellezza, vero?

Io vivrei al sole, irriducibile fan della tintarella. E vivrei di questo trionfo di stati d’animo meno grigi. Capita anche a voi di riflettere su queste sensazioni? Io le chiamo EMOZIONI D’ESTATE. Magari sono spalmate su una spiaggia, arrampicate in montagna, sorridenti in piscina, accomodate in un dehor di città o a spasso su qualche treno che le porta in gita.

Quest’anno si svegliano dal letargo di un anno difficile, incredibile eppure realmente trascorso. Un anno di fatiche, di timori, di limiti, di dolore.

E insomma vorrei…vorrei che tutti potessero avere il loro spicchio di emozioni d’estate. Ce lo meritiamo, lo abbiamo conquistato.

Io cerco proprio di respirarle, secondo dopo secondo. Di fare il pieno!

La Sardegna aiuta, bisogna dirlo. Aiuta nell’incanto dei panorami e dell’acqua, aiuta nella cucina, aiuta nelle atmosfere. Però spero che a ciascun cuore arrivi la libertà delle emozioni d’estate…

Ecco, la libertà! In qualche modo l’estate è un pochino un simbolo di libertà. Libertà di essere più soavemente gioiosi.