Si parla troppo di Donne maltrattate, molestate, discriminate. Sì, quando si spendono parole all’infinito significa che si fanno pochi passi avanti, che ciò che si dice non si trasforma in fatti, non si radica, non è abbastanza sentito.

Se ne parla, spesso, come se farlo assolvesse il loro giusto riconoscimento, la loro protezione, il loro valore.

Del resto si parla troppo anche di “quote rosa” vanificate poi nella realtà evidente a tutti. Non deve pioverci una concessione dal cielo, dobbiamo vivere quello che siamo, prenderci ciò che ci spetta, dimostrare cosa sappiamo dare e fare. Punto.

Chi ha detto che dobbiamo tirar fuori attributi maschili?

Noi Donne dobbiamo semplicemente valorizzare i nostri!

Per questo ogni giorno, 8 marzo incluso, chiedo alle Donne vicinanza, solidarietà, complicità. Siamo fortissime, INSIEME.

Chiedo anche che sia più chiaro cosa mina la nostra massima espressione e affermazione: siamo noi, il nostro tallone d’Achille, la nostra spina nel fianco. Badate anche soltanto al dato numerico: siamo talmente tante che se fossimo una per l’altra non ci fermerebbe nessuno!

E chiedo ancora che non sia una contrapposizione: la “battaglia” Donne contro Uomini non è bella, non è produttiva. Distrae, svia il problema, rinvia la soluzione, peggiora la qualità della vita.

Donne con le Donne ha un significato molto più potente ed efficace. A dirla tutta anche più travolgente, più sensuale, più entusiasmante! Non avrebbe il gusto amarognolo della rivalsa ma quello sereno della conquista buona e naturale.

Come una nostra personalissima EVOLUZIONE.

Un’evoluzione che fa piazza pulita di tutto quello che ci ha messo il bastone tra le ruote: l’invidia, la gelosia, la competizione, il pregiudizio.

Possiamo dare una lezione al mondo! Una lezione di intelligenza, alleanza, generosità, apertura.

Certo, possiamo. Possiamo farlo se impariamo a pensare e a essere dalla parte delle Donne. Donne che scelgono e difendono il MERITO, sex free. Ecco, l’avanguardia sarebbe questa, il coraggio di schierarci per il merito, il desiderio di sostenerci, l’impegno a rispettarci.

Se continuiamo a chiedere ciò che non diamo, sentiremo sempre e soltanto parlare troppo, parlare inutilmente.

Diamoci valore, diamo valore al merito, Donne. Non è così difficile!

Mi piace aggiungere una cosa. Una nota sulla FEMMINILITA’. Quella che dovremmo tenerci stretta e cara. Non è cercando di assomigliare agli uomini che le Donne staranno meglio, questo direi che è obbligatorio non dimenticarlo mai.

Viva le Donne!