La vera grande conquista non è piacere ma piacersi.

Lo sappiamo, lo abbiamo provato sulla pelle, l’abbiamo capito nel tempo.

Vale per le Donne e vale per gli Uomini ma le Donne sono quelle che hanno patito di più e che spesso faticano tanto, tantissimo, per arrivare a piacersi.

Perché fatichiamo, Donne care?

Perché siamo ipercritiche, perché siamo insicure, perché inseguiamo l’apprezzamento altrui. Perché certo costume e certa cultura ci hanno messo in testa modelli cui uniformarci.

Basta. Il processo è in corso. Il processo di serena liberazione dagli stereotipi, dai condizionamenti, dalle piccole grandi ossessioni.

Quando riusciamo a piacerci?

Quando facciamo pace con i “difetti” comprendendo che sono tasselli di noi, quando riusciamo a respirare il godimento delle nostre autentiche espressioni, quando impariamo a valorizzare la nostra bellezza, la nostra intelligenza, i nostri valori.

Piacerci vuol dire essere soddisfatte di noi stesse. Con una sana autoironia e una splendida carica vitale!

Per riuscire a essere soddisfatte non dobbiamo specchiarci per verificare se assomigliamo a qualche sogno assurdo ma per vedere quanto siamo presenti a noi stesse, quanta cura ci prendiamo del nostro spirito, quanto facciamo per essere la nostra versione migliore. Curioso che debba essere un caso da tam tam che la bellissima e bravissima Vanessa Incontrada sia la nuova musa di Dolce&Gabbana eppure se questo serve ad abbattere discutibili canoni estetici sulle curve e sulle forme applaudiamo volentieri.

Forse è un segnale, uno dei tanti segnali di un BEN-ESSERE che è il fulcro del Mollia Style. Un BEN-ESSERE che diventa la NUOVA BELLEZZA: quella del talento, quella della personalità, quella della femminilità.

Ecco, possiamo pensare di tagliare il traguardo per piacersi facendo questo cammino con noi stesse e per noi stesse. Un vero e proprio lavoro sulla gioia che meritiamo. La gioia di guardarci con occhi fieri, dolci, entusiasti. La gioia di essere uniche. La gioia di essere amiche delle nostre qualità.

Riusciamo a piacerci quando ridiamo di quello che è fuori posto, siamo capaci in mille cose e lo dimostriamo, abbiamo un cuore grande e siamo felici di mostrarlo.

Riusciamo a piacerci quando prendiamo la nostra DIFFERENZA e la trasformiamo in forza!

Smettiamola, davvero. Di trovarci troppo basse, troppo alte, troppo grasse, troppo magre. Di sentirci “non altezza” di qualcuno o qualcosa. Di litigare con i capelli e con la pelle. Smettiamola di non scegliere di piacerci.

Io mi sono impegnata, per stare bene con me stessa, per non farmi spaventare dalle rughe o dai capelli bianchi, per non dipendere dalla taglia di un vestito. Ho capito che dobbiamo fare ciò che aiuta la nostra salute e la nostra testa, senza alcuna schiavitù.

Avanti tutta…e lo dico soprattutto alle meravigliose Donne over 50!!!