Fuori da Londra, in Inghilterra, non sembra di essere in Inghilterra.

Mi spiego.  Chi nel Regno Unito è stato per visitare la Capitale, si è creato un immaginario inevitabile, quello che tutte le sue Città siano fatte a immagine e somiglianza di Londra. Ovviamente in miniatura. È quello che ho sempre pensato io forse perché a Londra ci son stata quasi 10 volte e nella mia testa rappresentava il Regno Unito.

Non è così. La sorpresa l’ho già avuta a Edimburgo, al cui resoconto ti rimando. Sorpresa che si è rinnovata a Manchester che, peraltro, è per molti versi simile ad Edimburgo anche se, in alcuni suoi angoli, mi ha fatto sentire in Germania (ad Amburgo e a Monaco, per la precisione).

Manchester non è una Città enorme e deve la sua fama, principalmente, alle sue due famosissime squadre di calcio.

È una città gentile, educata, pulita. Economicamente accessibile (nonostante la Brexit), vitale e ricca di attrazioni da visitare. La definirei anche una Città “magica”, non solo per via di tutte quelle meravigliose Biblioteche che ti fanno immedesimare in “Harry Potter” ma anche per quei vicoli misteriosi in cui passeggiando vieni catturato – appunto – dalla “magia” che emanano.

Cosa Visitare assolutamente a Manchester?

Comincerei dal suo simbolo:

La Town Hall, ovvero la sede del Municipio cittadino, la cui torre sembra una sorta di Big Ben… La Town Hall è ritenuta a ragione un capolavoro di architettura gotica in tutto il globo.

Purtroppo, a causa di lavori di ristrutturazione che dureranno ancora a lungo, non mi è stato possibile visitare il suo interno: la Sala Grande e altre sontuose sale cerimoniali, oltre ad uffici e alla celebre Sala delle Sculture.

E poi:

La Cattedrale: non appare sontuosa e monumentale ma vale assai la pena visitarne gli interni e apprezzare il suo elegantissimo stile gotico. Quando ci sono stata io, metà della cattedrale era occupata da un mercatino dell’usato in cui venivano venduti a peso vestiti vintage. Ho pensato che si trattasse proprio di un bellissimo, se pur curioso, abbinamento tra sacro e profano.

Se siete appassionati di libri e amate il fascino dell’architettura neogotica non potete non fermarvi a visitare la John Rylands Library, un’incredibile biblioteca che vi incanterà soltanto a guardarla dall’esterno, trattandosi di un edificio in stile neogotico vittoriano che la fa sembrare, più che una biblioteca, un castello.

Non mi sono fatta mancare e consiglio vivamente una passeggiata nell’anima alternativa e bohémien di Manchester: il Northern Quarter.

È un quartiere dove regna la street art con i suoi coloratissimi murales; è zeppo di negozietti di abbigliamento e oggetti vintage, locali, bar e caffetterie.

Non dimenticarti, inoltre, di fare un salto a Chinatown, quartiere prossimo alla Town Hall dove aveva sede l’hotel in cui ho pernottato.

Infine, se sei amante della cultura, troverai molte altre Biblioteche e Musei mentre se  sei uno sportivo amante del calcio (ma anche, no!), una valida attrazione la rappresentano gli stadi.

 

Buon Manchester, anche per strada, per i suoi vicoli e anfratti!