Io me lo chiedo eccome, cosa frulla in testa a Ludovica detta Ludo, la mia figliola 16enne. Me lo chiedo oltre quello che dice e fa, oltre quello che credo di intuire.

Me lo chiedo di più da quando è iniziata l’avventura del Mollia Style.

Io sono rinata, dopo i 50 anni. Ho davvero iniziato un nuovo corso ed eccolo, qui, nel Mollia Style! Mollia Style che ogni giorno aggiunge energia.

E lei, Ludo, 16 anni, si ritrova una mamma blogger, con un personalissimo pensiero di lifestyle, un’agenda di appuntamenti, progetti, delizie di spirito. Una Donna che è moglie, madre, inappuntabile pubblico dirigente. Una Donna che ha scelto il ben-essere del glamour cuore&cervello.

Mi chiedo cosa pensa quando scruta post e foto. Mi chiedo cosa pensa quando mi sa in riunione con lo staff. Mi chiedo cosa pensa quando organizzo i Mollia travel, mi chiedo cosa pensa quando rispondo ad amiche e amici che mi scrivono qui, su facebook, in privato, mi chiedo cosa pensa quando programmo eventi e obiettivi. Mi chiedo cosa pensa quando vede una Donna che si prende cura, tanta cura, di sé. Mi chiedo cosa pensa quando scopre una Donna così intenta a condividere con Donne e Uomini quel valore che io chiamo ‘i n s i e m e’.

Mi chiedo cosa pensa davvero quando sbuffa o mi prende in giro. Quando al mattino, dal trono fisiologico di casa, mi chiede consigli o mi racconta la sua vita.

Ogni tanto leggo uno sguardo d’orgoglio. Talvolta invece ho idea che si trovi a maneggiare qualcosa che trova bizzarro.

A 16 anni forse vede le mie 54 primavere come un arrivo.

E invece no. Siamo in eterno viaggio, figlia mia. Fortunatamente!

Io la osservo molto, mi piace tantissimo. Credo di poter imparare, da Ludo, 16 anni. Adoro confrontarmi con lei. Anche se lei oppone resistenza, si sa, l’adolescenza è resistenza…quando non diventa ribellione!

Ecco, pure questo mi chiedo. Vorrà ribellarsi? Ribellarsi alla mamma del Mollia Style?

Quando mi ruba la borsa, si mette in posa per un selfie, mi chiede se nel blog mi occuperò di questo o quello, prende gli integratori che le suggerisco…ho l’impressione che -sotto, sotto- abbia una notevole dose di buon senso, passione, maturità. Quando arriccia il naso per un nonnulla e ignora le mie elucubrazioni sulla mia avventura, credo avverta il bisogno di crescere e esprimere una personalità libera.

Volete sapere una cosa? In entrambi i casi sono felice. Felice pure di essere ingombrante. Felice delle sue frecciatine che poi si sciolgono come neve al sole. La Ludo, 16 anni, non lo sa ma proprio per tutto questo è Mollia Style!

Non pubblicherai mica quella roba lì? C’è da vergognarsi. Ha sibilato.

Ma io pubblico, certo che pubblico. Pubblico per tutte quelle Donne e quegli Uomini che hanno per casa un adolescente, pubblico per tutti quegli adolescenti che devono sapere che non si arriva mai, che la vita ha sempre sorprese e scoperte da rivelare. Pubblico perché la missione è più forte e importante di qualsiasi sibilo. Ormai ho il dovere di essere Mollia Style fino in fondo.

Non un ruolo ma una vera rivoluzione: quella dell’alleanza, anche tra generazioni.

Senza confini!