Destino? Talento? Fatica e determinazione?

Tutti forse ci siamo qualche volta chiesti quale sia la formula magica del successo.

Innanzi tutto successo è un risultato favorevole, un buon esito. Abbiamo successo quando riusciamo nei nostri intenti, quando raggiungiamo i nostri obiettivi, quando tagliamo il traguardo che ci siamo prefissati. Non equivale a fama o notorietà.

Ecco, pensandoci bene il successo, nel lavoro e nella vita, è dunque sempre correlato a ciò che desideriamo, a ciò che perseguiamo, a ciò che riteniamo per noi importante e gradito.

Dunque ciascuno di noi ha una personalissima idea del successo perché ciascuno di noi ha sogni, ambizioni e aspettative differenti: magari potere oppure denaro o, ancora, una grande serenità.

C’è chi ha in testa il successo come una vita appagante e felice, chi pensa sia un lavoro super appassionante, chi insegue floride condizioni economiche o prestigio sociale.

Alla base però l’alchimia di fattori predisponenti può essere la stessa, no?

Sicuramente si mescolano destino, talento, fatica e determinazione. Ma possiamo sicuramente sintetizzare da questi anche una sorta di STATE OF MIND.

Per arrivare alla nostra destinazione dobbiamo partire e viaggiare.

In sostanza è fondamentale l’approccio alla nostra avventura. Non escludo il tocco della fortuna ma ci vogliono anche le doti per cogliere le occasioni. Insomma il successo vuole alcuni elementi chiave:

1)il PENSIERO COSTRUTTIVO. Spesso si parla di pensiero positivo, contraltare efficace e ottimista di quello negativo, io preferisco quello costruttivo ovvero un pensiero positivo attivo, teso all’azione, concretamente dinamico. Proteso al successo!

Aiuta moltissimo noi e giova al clima che creiamo intorno a noi.

2)la PERSEVERANZA che a mio avviso è figlia della passione, della volontà e della resilienza. Niente di grande si può ottenere senza impegno! Le difficoltà e gli ostacoli sono inevitabili ma…guai ad arrendersi. Se il successo vuoi avere, la rotta devi mantenere! La paura e le insicurezze vanno tenute a bada: per scalare la vetta, oltre ai muscoli dobbiamo allenare la mente al “sacrificio premiante”. Rappresentandosi il successo, è più facile tenere duro e non lasciarsi demotivare.

3)l’AUDACIA di sognare in grande. Questo è un mio cavallo di battaglia: sono convintissima che sia necessario sognare in grande stile! Credo davvero sia importante perché ci carica moltissimo, ci fa tirar fuori risorse ed energie, ci sprona e ci emoziona. Attenzione: sognare in grande ci riconosce il diritto alla speranza e alla fiducia e punta alle nostre capacità. È un passaggio di grande valore.

Riepiloghiamo?

Dobbiamo prima fare chiarezza dentro di noi ovvero capire cosa vogliamo, cosa immaginiamo sia il successo, quale direzione vogliamo prendere, cosa conta veramente per noi. Con questa mappa accendiamo il nostro potere.

Naturalmente il fallimento è lì appostato come un falco ma noi non dobbiamo farci spaventare. Se cadiamo, ci rialziamo. Il successo in fondo potrebbe essere direttamente proporzionale a quanto noi facciamo per ingraziarci le sue simpatie!

A lui in effetti piacciono le persone volitive, brillanti, tenaci.