Tutti sanno che trovarsi <spalle al muro> non è una bella situazione…

Capita quando siamo o ci sentiamo in un vicolo cieco, quando non abbiamo scelta, quando siamo immobilizzati.

Fa invece benissimo mettersi…SPALLE ALL’ALBERO!

La forza della natura ci trasmette moltissima energia ma non solo. L’albero rappresenta e ispira molti pensieri.

 

Fate come gli alberi: cambiate le foglie ma conservate le radici.

Quindi, cambiate le vostre idee, ma conservate i vostri principi.

(Victor Hugo)

Per me è un punto di riferimento essenziale! Cambiamo, cresciamo, CI RINNOVIAMO, proprio come gli alberi di stagione in stagione. Con il tempo affiniamo e modifichiamo le idee ma teniamo salde le nostre radici che sono il patrimonio di valori e principi che costituiscono le fondamenta della nostra vita.

Ecco perché quando qualcuno dice “io non cambio mai idea” dobbiamo dubitare. È quasi impossibile, no? Imparando, confrontandoci, facendo esperienza, le idee sono plasmate, subiscono trasformazioni o vengono addirittura stravolta. È normale che accada. Quello che non dobbiamo trascurare è invece quel nucleo profondo che ci guida.

Certe volte, per assaporare il gusto di questa lezione, è bellissimo figurarla ovvero collocarci proprio spalle all’albero. Sentire la linfa della vita è un’emozione straordinaria e anche un grande momento. Un momento per riflettere davvero sulla nostra essenza, che non è fatta di quello che sbandieriamo come idee ma di quello che proviamo nel cuore. Quella con l’albero rappresenta un po’ la sensazione di contatto con il nostro tempo, con la nostra identità, con il nostro tesoro di sentimenti e stati d’animo.

Esattamente l’inverso di spalle al muro! Spalle all’albero è introspezione ma anche libertà, commozione, euforia. L’albero è lì, tra terra e cielo, proprio come noi. Con le radici saldamente ancorate a terra ma i rami che si protendono nell’aria. Un’immagine affascinante, quasi miracolosa. Perché miracolosa è la “magia” di ciò che si compie, che nasce, fiorisce, porta frutti, invecchia. In ogni ciclo c’è un po’ di quel segreto che se anche soltanto riusciamo a respirare ci rende incredibilmente più ricchi…

A me piace, nelle lunghe passeggiate, sostare vicino a un albero. Cogliere un po’ di quel guizzo di mistero che c’è nell’incanto del creato. Credo sia sempre un appuntamento speciale e lui, l’amico albero, lo sa. Tace, assorto e saggio nel suo divenire, ma è accogliente.

Oggi ragione di alberi, idee, principi e connessione con la natura perché sono convinta che la RICARICA sia indispensabile. Quando siamo stanchi, quando abbiamo troppi timori, quando ci troviamo di fronte a sfide difficili, spalle all’albero significa ricollegarsi alle proprie risorse interiori.