Graziosa, alternativa, comoda…

Una comodità da spiegare, quella della tuta free chic. Trattasi di un look vispo, sportivo anche se molto grazioso, decisamente portabile in molte occasioni abbinandola variamente con accessori più o meno casual.

Una comodità data dalle forme sciolte, ecco. Vestibilità buona insomma.

Quanto alla praticità dipende!

Dipende da un dettaglio: zip o bottoni ovvero un’apertura che consenta le normali funzioni fisiologiche senza denudarsi. Se ci sono è ovviamente pratica, se non ci sono bisogna accontentarsi della bellezza e arrangiarsi.

D’estate non è un grosso problema, possiamo indossarla senza pensare all’eventualità del disagio. Io ho badato al look sprint e me ne sono infischiata. Al massimo torna buona l’abitudine di andare in bagno con un’amica che ci regge quello che dobbiamo toglierci (tipo il mio giubbotto!)…

Comunque mi piace. Mi piace perché è un altro modo di vestire lo stile. Un’altra piccola chance per un outfit fuori d’ordinanza.

Non segna e non stringe ma non per questo è poco femminile. Non è informe, è solo un perfetto capo smart. Il guizzo civettuolo possiamo sempre aggiungerlo! E poi non sono tutte over size, ci sono modelli a larghezze meno generose che regalano una bella figura.

Con le mie all stars sta benissimo ma si porta altrettanto egregiamente con un sandalo gioiello.

Dove c’è gusto la soluzione è sempre cool!