Io non sono femminista, tifo spudoratamente per la femminilità.

Mi piace pensare e parlare di DONNE.

Come saprete, durante il Medioevo la parola “donna” dal latino domina cioè padrona di casa -che sottolineava la nobiltà d’animo e l’elevata condizione socioculturale- si contrapponeva in modo molto netto a “femmina” dal latino femina (che evidenziava solo l’aspetto corporeo con in più un sottile senso dispregiativo). È cambiato molto da allora? Forse no. Forse continuiamo a identificare una grande femmina con un’avvenenza conturbante e una grande Donna con una persona di sesso femminile di speciali virtù.

Siamo Donne! Persone di sesso femminile. Che forse dovrebbero smetterla di:

farsi la guerra tra loro

lasciarsi condizionare da questo o quel modello

torturarsi di ansie estetiche

sentirsi perennemente criticabili

Abbiamo una dignità, una personalità, una libertà, da difendere e amare. E forse abbiamo un dovere ancora più grande del diritto: quello di rispettare la vita. La vita che non è quella delle convenzioni e delle ossessioni, è quella dello spirito e delle sue più grandi espressioni.

Siamo Donne e le paturnie fanno parte del nostro DNA. Come i vezzi, magari. Ma anche come la generosa sensibilità, la delicatezza, lo charme.

Siamo Donne e tocca a noi scegliere. Scegliere chi essere e come essere.

Noi, forze indiscusse della natura, possiamo continuare a coccolare le nostre più tenere o più capricciose bizze ma intanto incamminarci verso la serenità. Potremmo avere il mondo in mano (e non dico ai piedi!) se solo sapessimo sempre ricordarci che siamo nate Donne.

È un po’ come la vecchia storia della malizia: un pizzico non guasta, troppo avvelena. E noi Donne spesso la pozione malefica ce la somministriamo da sole, come se non bastassero i cliché, a intorpidirci l’esistenza!

Siamo Donne e nel beauty case delle frivolezze possiamo tenere saldi cuore&cervello.

Lasciamo andare le manfrine superflue e accomodiamoci tra le virtù. Più sciolte. Più sorridenti. Infinitamente femminili e placidamente umane!

Il bello delle Donne? Quando finalmente trovano un’amica e tirano fuori quello che sono fino in fondo. Straordinarie e portentose.

Oh lo so, in qualche modo siamo straordinarie e portentose anche quando mettiamo il broncio al marito, piagnucoliamo nel buio della nostra stanza, sogniamo a occhi aperti o ci spaventiamo per un nonnulla. Però possiamo fare di meglio e lo sappiamo!

Siamo Donne e, non mi stancherò mai di ripeterlo, possiamo scoprire i prodigi della solidarietà e vantare l’intelligenza che è assai più duratura, potente e affascinante di un paio di gambe.

Donne…concordate tutte?