Come siamo messi a umorismo?

Il Mollia Style lo ama, lo sapete. Lui, l’umorismo, riesce a togliere un sacco di polvere dal mondo, ad alleviare un sacco di pene dei cuori, a spogliarci di un sacco di paturnie. E, naturalmente, ad andare dritto al bersaglio.

Sempre lui, l’umorismo, ci offre pure il self help.

Parliamoci chiaro, Donne e Uomini over 50: con l’età ci saltano addossi i rimpianti, gli acciacchi, le paure. Se ci accomodiamo con pigrizia sul divano della disillusione finiamo tra le braccia del declino. Dobbiamo reagire. 50? 60? 70? Sono numeri. N u m e r i. Noi però non siamo numeri.

Dobbiamo vivere. E possiamo farlo magnificamente, con il self help!

È una sorta di pronto soccorso, umoristico naturalmente.

Si declina attingendo alle nostre risorse: i calendari non portano solo fardelli ma anche un campionario di utilità.

<Quel che è fatto è fatto>: non significa che non dobbiamo darci da fare per rimediare agli errori se è possibile o non possiamo fare quello che non abbiamo fatto ‘in gioventù’. Ma no! Vuol dire che non dobbiamo tormentare cuore e cervello con ciò che non può tornare o non si può cambiare.

Partendo da questo assunto, Signore e Signori, possiamo procedere già con passo più leggero e accorgerci di avere qualche vantaggio. Sì sì, proprio un vantaggio anagrafico!

Lo sapete che insisto sulla personalità.

Possiamo liberarla! E non ditemi che è poco!

Volete un altro punto a favore? L’esperienza. Ecco, questa è un’altra risorsa grandiosa, mica bazzecole! Sicuramente abbiamo accumulato sciocchezze, rinunce, progetti trascurati. Ora l’esperienza ci ha dato le sue brave lezioni e ci suggerisce che non c’è più tempo per rinviare quindi non ci resta che rimboccarci le maniche…

Ancora non vi basta? Avete ragione. Il self help prevede anche che ci è consentito talvolta fare spallucce a tutto e tutti. In che senso? Nel senso che passati gli anta, quali che siano, possiamo allegramente concederci qualche fantastica trasgressione al solito tran tran. Nessuno ci può fare la predica!

Ma il vero colpo di coda è proprio l’umorismo.

Possiamo prenderci in giro e finalmente mandare pure al diavolo tante manfrine che ci hanno tenuto compagnia in gioventù. Incredibile ma vero…possiamo dimenticare qualcosa, fare pace con l’ossessione dell’ordine, ridere di quando ci vergognavamo dei brufoli e molto, molto altro.

Self help è anche concederci il lusso degli over: quello di essere più diplomatici o viceversa avere meno peli sulla lingua, l’uno o l’altro a seconda dei casi! Eh, la maturità è savoir faire ma anche scioltezza!

E poi, dulcis in fundo, poter dire: sì ho la cellulite, i capelli bianchi, la pancetta. Un vero self help! Perché, non nascondiamocelo, l’età sdogana quasi tutto. Ammettiamolo, dai! A 20, 30, nella migliore delle ipotesi pure a 40, pretendiamo da noi l’impossibile (quasi la perfezione, se non fosse un’idiozia!), dopo siamo al top con tutto ciò che è semplicemente possibile no?