La seduzione è istinto e desiderio.

Ci è naturale e ci piace. È l’anima dell’umanità. Tutto corre su quel sottile filo lì. Del feeling, dell’emozione, del brivido.

Nasciamo seducenti o possiamo allenarci a diventarlo?

Come tutte le arti si può affinare. In primis a ispirarci c’è comunque il desiderio. Quando una persona o una situazione ci stuzzicano la malia esce da sé! Poi possiamo spingere il piede sull’acceleratore. Oppure goderci solo la conferma del nostro appeal. O ancora sorridere, di quella piccola grande magia che si sprigiona in un attimo.

A volte è l’allure dirompente. Altre è esattamente l’inverso: cogliamo la seduzione in qualcosa di selvaggio, di dolce, di fragile.

Qualcuno, è vero, ha più sviluppato il fascino travolgente e altri hanno lungamente lavorato sulle armi classiche: una posa languida, uno sguardo penetrante. Ma ciascuno di noi ha frecce infallibili, per il proprio arco…basta tirarle fuori con un pizzico di ‘malizia’, dicono.

Il Mollia Style più che la malizia adora la sensualità serena. Sdoganiamola! Non ci trasforma affatto in smaniose femme fatales o in incalliti Casanova. Semplicemente ci riconcilia con la nostra energia.

Guardate che abbiamo bisogno, di liberare la nostra energia.

E anche di essere intellettualmente onesti: sedurre è anche un esercizio di allegria!

Energia e allegria cosa altro sono se non facilitatori? Sì, facilitano le nostre giornate, la nostra efficacia, le nostre interazioni.

Nessun retropensiero. Smettiamola, di attribuire alla seduzione qualcosa di squisitamente sessuale o di vedere volgarità dove non c’è. Prendiamoci la grazia e lo stile per essere seducenti con cuore&cervello in serissima modalità free!