Sedurre è ascoltare, prestare attenzione all’altro, guardare negli occhi.

Sedurre è essere presenti.

Sedurre è esprimere complicità, comprensione, rispetto, partecipazione.

Il glamour cuore&cervello dopo i 50 anni è anche questa sottile, profondissima percezione. La maturità e la consapevolezza che l’altro cerca in noi attenzione.

Sedurre non è solo un esercizio di sé: uno sguardo languido, una bellezza conturbante, una voce calda, un atteggiamento provocante.

No. Sedurre è un nostro modo di essere, essere per sé e per l’altro. Un limpido e appassionato approccio di umanità.

È una seduzione che tocca corde emotive. Che crea vibrazioni forti.

Mi piace, esplorare in lungo e in largo il territorio della seduzione. Oltre la bellezza, nella personalità. Al di là del gioco lui-lei, dentro tutti i rapporti.

Nella vita di tutti i giorni, quando ci relazioniamo con gli altri, le parole, i gesti e le reazioni corrono sul filo della seduzione, del feeling. Siamo fatti del nostro stile, della nostra intensità, della nostra essenza. Siamo fatti di quello che sappiamo dare. Siamo fatti di ciò che trasmettiamo.

È per questo che sedurre…è attenzione.

L’altra seduzione, quella civettuola, dura il tempo di un fremito e di un sospiro.

Quella che scalda e incanta invece è una magia della quale non possiamo e non vogliamo liberarci.

Sedurre è attenzione perché il Mollia Style adora l’intelligenza generosa. È magnifica l’idea dell’attrazione di spirito!

E poi, questa è vita. Vita di slanci e di emozioni, vita di sentimenti e di legami, vita di conoscenze e interazioni, vita di piccole e grandi prove di energia positiva.