Spesso bastano i 40, in verità, a farci barcollare.

Quando lo specchio non ci restituisce più l’immagine fresca e aitante, quando la bilancia accusa il colpo, quando il mondo intorno sembra non riconoscerci più per quello che siamo sempre state. O stati. Lo sbandamento accade alle donne come agli uomini.

Il fatto è che siamo noi a negarci l’opportunità di continuare ad avere fascino o di acquisire il nuovo fascino della maturità. In primis capita se ci trascuriamo, se ci impigriamo, se ci accasciamo. E poi se omettiamo di considerare la potenza dell’esperienza di vita, delle qualità che abbiamo affinato, dello stile che la nostra personalità adulta esprime.

Siamo mature e maturi, appunto, questo vuol dire che siamo buoni da cogliere! 

Come sapete il Mollia Style è il glamour cuore&cervello, fortemente ispirato al carattere, allo spirito, all’energia. E allora se i miei 54 anni non mi fermano non devono fermare neanche voi. Anzi…

Gli anta possono essere l’età della consapevolezza, dell’autoironia, della passione, della saggezza. E anche della voglia di esserci, di mettersi in gioco, di realizzare un progetto lungamente rinviato o semplicemente di levarsi di dosso il fardello delle insicurezze, delle timidezze, delle paure.

Bella la gioventù. Certamente! Ma tutti sappiamo che ha dentro anche tante incertezze, qualche avventatezza, un po’ di ingenuità o sprazzi di spavalderia. L’età porta spesso equilibri, dolcezze, conoscenze. E se anche ha le sue ferite sa maneggiare meglio medicazioni e cerotti. È una nostra evoluzione. Una dimensione da godere. Con brio, con grinta, con passione.

Gli anta sono gli anni che non dobbiamo bruciare, quelli che dobbiamo vivere fino in fondo. Gli anni in cui fare quello che non abbiamo mai fatto, gli anni della libertà.

Sì, gli anni della libertà. Siamo indipendenti, abbiamo superato tante battaglie, abbiamo smesso di sprecare il tempo nell’illusione di essere eterni, e finalmente facciamo meglio i conti con ciò che è davvero importante, con i valori in cui crediamo, con i desideri che meritiamo di accontentare…E allora avanti, con questo background, con questa carica, con questo allure, altroché se possiamo sedurre!

Fateci caso. Non si tratta di fare strage di cuori o di far girare la testa a tutti per strada. È uno charme più sottile e profondo. È la capacità di farsi ascoltare. È l’impronta che ci rende inconfondibili. È la forza dei nostri pensieri. È la nostra abilità nelle relazioni o sul lavoro. È la fierezza con la quale prendiamo in mano ogni giorno la vita. Una fierezza g l a m o u r.

A 40, 50 o 60 anni il nostro profumo può essere memorabile!

È una sorta di rinascita, l’apertura a un nuovo sé, una bellezza più intensa.

Penso alle parole straordinarie, le parole che accarezzano, che persuadono, che ammaliano. Ecco, assomigliano all’incantevole effetto della seduzione a 50 anni. Viscerale e stupefacente.

Io credo che sia un’avventura da non perdere!

Appassionatamente

Antonella