Domani, 22 febbraio, si celebra lo Sconnessi Day, la giornata scollegati dal rutilante luna park del web. Sconnessi Day significa che lo smartphone dovrebbe tornare a essere un telefono per chiamare e ricevere, senza social e iper tecnologica comunicazione virtuale.

L’idea è stata lanciata dallo stesso cast di Sconnessi, il film di Christian Marazziti: Fabrizio Bentivoglio, Carolina Crescentini, Ricky Memphis. Poco prima dello scoccare della mezzanotte del 21 febbraio dovremmo postare o twittare l’ultimo saluto con l’hashtag #Sconnessiday.

24 ore filate senza foto, commenti, likes, cuori e wow.

24 ore filate senza wi-fi.

24 ore filate da impiegare per…connetterci tra di noi. Lo scopo è sensibilizzare, soprattutto i giovani, sui pericoli di un uso smodato del web, di una dipendenza da condivisione social, di una comunicazione che passa tutta da schermi e tastiere.

L’allarme nomofobia, che è la insopportabile paura di restare lontani e quindi sconnessi dal proprio cellulare con la conseguente ansia da isolamento dal mondo intero, probabilmente è più forte di quanto immaginiamo.

Non siamo davvero più abituati a non sbirciare i nostri profili e le nostre pagine, a non intrattenerci in chat, a non affacciarci nel mondo virtuale per leggere le novità. Da questo a un vero e proprio disagio che ci consente di relazionarci solo via internet il passo è breve?

Forse dobbiamo rifletterci tutti, io in primis. L’iPhone è ormai diventata un’appendice della mano, dello sguardo, dei pensieri.

Mi chiedo e vi chiedo: quante volte “dialoghiamo” di più via whatsapp o direct di instagram o su messenger che con persone in carne ed ossa?

Quante volte invece di goderci un momento o una situazione siamo lì a smanettare sul cellulare?

Non so se aderirò allo Sconnessi Day quanto meno per il Mollia Style e i suoi lettori però faccio mea culpa. Un po’ di “sconnessione” potrebbe farci ritrovare molto, moltissimo, di ciò che perdiamo dei nostri giorni, delle persone che incrociamo, dei luoghi che ci è dato vivere.

E voi, siete perennemente connessi o coltivate i buoni vecchi rapporti umani, le letture, la tv, il cinema?