Altro che giro di boa dei 50, io mi avvio ai 55. Questione di giorni ormai.

E allora? Allora quel lungo respiro non posso rimandarlo. Devo farlo!

Devo farlo ogni momento e ripetermi che ce la posso fare.

Noi over 50, Donne e Uomini, siamo spesso assaliti da ansie, rimpianti, urgenze, malinconie, vero?

Del resto però, Amica e Amico mio, l’unica cosa che possiamo davvero fare per proseguire la vita nel migliore dei modi possibili è un lungo respiro rasserenante seguito da un sorriso che pronunci fiducia in noi stessi: ce la possiamo fare!

Il passato non si cambia e il futuro è un’incognita, giusto?

Sul presente invece possiamo e dobbiamo incidere!

Innanzi tutto imparando e accettando, allegramente, che è finito il tempo dei rinvii. Se c’è qualcosa che ci piace e ci sta a cuore dobbiamo cercare di farlo.

Poi imparando e accettando, pazientemente, che ci sono momenti e occasioni che non possono tornare. Non serve scivolare nella tristezza, torturarsi nel mea culpa, farsi venire la gastrite per la rabbia. Dopo i 50 è il caso di perdonarsi e perdonare, assorbire la lezione, impiegare tutte le energie possibili per essere ‘migliori’ oggi.

E ancora, caro over 50 come me, imparando e accettando, intelligentemente, che l’esistenza è una serie di attimi fuggenti da cogliere. Con passione, generosità e gratitudine. Questo vuol dire imparare, saggiamente, a dare valore a ciò che siamo, abbiamo, possiamo ancora fare.

Credo non ci sia opportunità migliore della maturità per non sprecare ciò che è prezioso, per diventare più aperti e indulgenti, per liberarsi di affanni inutili, per apprezzare piccole e grandi conquiste.

Tutto questo non è tanto facile, lo so. Non è uno di quei ‘comportamenti’ che ci insegnano da bambini e ci restano impressi. Richiede riflessione, sensibilità e determinazione. Forse anche, direi, forza d’animo.

Sono certa però che essere volitivi, ottimisti, speranzosi sia sempre un ottimo punto di partenza. E poi sapete cosa vi dico? L’insicurezza, il malumore, lo scetticismo stufano, sono nocivi e ci tarpano le ali. Respiro e mi ripeto: ce la posso fare!