Non entro naturalmente nelle scelte spirituali, patrimonio molto personale e delicato cui presto massimo rispetto. Il Natale, sul Mollia Style, resta sullo sfondo, come atmosfera e momento di raccoglimento. Comprendo l’ostilità diffusa agli aspetti più consumistici e commerciali, d’altra parte però non nego di amare l’idea dei doni. Non tanto per lo scintillio gaudente quanto per il gesto, per la gioia, per la relazione.

Se è uno scambio di pacchetti sincero e allegro è comunque una vicenda sentimentale e come tale bellissima!

Perché scelgo di parlare di gift cards?

Per diversi motivi ma uno è un po’ speciale. Certe volte ci sono cose o momenti di cui qualcuno ha un grande desiderio ma lo lascia in un cassetto. Rinvia perché non ha il tempo di andare a cercare, non vuole o non può concedersi la spesa, è attorcigliato in qualche indecisione che solo la spinta di un amico può sciogliere. Ecco, mi piace fare il regalo che realizza un piccolo sogno, che soddisfa un’aspettativa, che fa dire ‘wow, lo volevo tanto!’.

Non si tratta magari di oggetti preziosi o di chissà quali sorprendenti stravaganze ma di pensieri che dimostrano attenzione e affetto.

Aggiungo che la gift card, pur mirata, lascia nelle mani del ricevente un tot di autonomia. So che hai in mente una lista interminabile di letture cui dedicarti, vorresti svaligiare le librerie ma non puoi? Bene, la gift card della tua libreria è un budget per i tuoi acquisti del cuore!

Vorrei tanto tu osassi quel colore di capelli che sbirci qua e là e allora? E allora una gift card del tuo hairstylist ti farà felice. È un po’ come regalare la smartbox per il week end in una spa all’amica che è da un anno che ne parla senza risolversi ad andarci. O magari i biglietti per un concerto o l’entrata a una mostra di pittura. Fantastico!

Gli esempi sono quasi infiniti! Le persone cui vogliamo bene hanno sempre un’attesa, uno sfizio che vorrebbero togliersi, un bisogno. Possiamo prendere il Natale almeno come giorno degli slanci, dell’unione, della festa, no?

Nell’elenco rientrano, naturalmente, i golosi e cultori del cibo.

L’opportunità di trovarmi a Novara al Bistrot dello chef Antonino Cannavacciuolo fa accendere le lampadine del mio albero mentale! Anche lui ha creato magnifiche gift cards quindi…se conoscete appassionati di cucina o fan di Cannavacciuolo potreste orientarvi su una delle proposte gourmet del Bistrot: da 50 euro in su.

Possibilità per tutte le tasche, con le gift cards.

È il pensiero che conta, davvero. Un pensiero che faccia sentire chi lo riceve davvero il centro della gift cards che gli porgiamo a Natale!

Anche questo è lifestyle: tenere caro il gusto delle circostanze, dei rapporti. Il piacere di fare il cadeaux giusto. Anche ‘approfittare’ del Natale per ricordare ai nostri cari che dentro la gift card ci sono la nostra stima, la nostra simpatia, la nostra passione, il nostro calore. Quello che poi in certi casi vale più di qualsiasi gift card è il nostro tempo: un po’ del nostro tempo a una persona anziana, sola o malata. A Natale…si può!

Appassionatamente

                                                                                                            Antonella