Chissà perché nel mio immaginario, e ho recentemente scoperto non solo nel mio, Hong Kong e Singapore erano quasi la stessa cosa.

Ovviamente, non è così. L’una e l’altra sono diverse anche se non profondamente e l’anno appena passato – dal punto di vista dei viaggi molto fortunato – mi ha consentito di scoprirle entrambe. Di Singapore vi ho già parlato dopo la mia escursione di aprile. Ora vi parlerò di Hong Kong, visitata a cavallo tra 2018 e 2019, dove ho trascorso la notte di San Silvestro più spettacolare della mia vita.

Hong Kong è una regione amministrativa speciale della Repubblica Popolare Cinese e questo significa che possiede un sistema politico diverso dalla Cina continentale.

Hong Kong è uno dei centri finanziari internazionali più importanti del mondo e vanta una sviluppata economia capitalistica. La mancanza di spazio e il crescente numero di abitanti e di infrastrutture, hanno portato la città ad avere una intensa densità di costruzioni, rendendola la città più verticale al mondo.

Infatti, al mio arrivo, sono proprio rimasta colpita dalla miriade di grattacieli, molti di più di quello di New York City, e impatto e sviluppo verticale non riguardano solo l’aspetto edilizio ma anche quello geografico. Hong Kong è una città in salita. Dal mare alla montagna ci passa proprio poco e quindi, da una parte all’altra della città, è tutta un su e giù di strade e altitudini.

Sono quindi numerose le scale che uniscono gli isolati. E non solo. Hong Kong possiede anche la scala mobile esterna più lunga del mondo: il famosissimo Escalator, una delle cose che di Hong Kong non devi perdere, facendoci un giro sopra.

 

Cominciamo il nostro viaggio:

Prendete il tram verso il Victoria Peak

Victoria Peak è il punto più elevato dell’isola di Hong Kong (552) ed è il posto migliore per godere di vedute su tutta la città e sul suo skyline torreggiante.

Prendete il traghetto Star Ferry

Salire a bordo dello Star Ferry è uno dei modi migliori per ammirare lo skyline di Hong Kong e il porto Victoria (Victoria Harbour). La spesa è praticamente irrisoria perché costa 20 centesimi di euro.

Gita giornaliera a Macao

Ad un’ora di viaggio in traghetto vi attende Macao, un’altra regione amministrativa speciale. Vi sembrerà di entrare in un altro mondo caratterizzato da vecchi palazzi, chiese in stile portoghese e maestosi Casinò. Macao è la più grande città al mondo dedicata al gioco d’azzardo, con un ritmo di vita molto diverso da quello di Hong Kong. Non per niente è denominata la Las Vegas d’Oriente…eppure, vi assicuro, a Macao troverete anche storia, cultura, tradizione, religione, devozione.

A Symphony of Lights

Si svolge nella Avenue of Stars ed è uno spettacolo di luci denominato, appunto, A Symphony of Lights. Un “concerto luminoso” che accende l’intera città di Hong Kong. Vi consiglio di non perderlo anche perché di notte lo spettacolo è molto suggestivo e poi di fermarvi a cena in uno dei tanti locali che tappezzano la Avenue.

Central

È Il cuore finanziario di Hong Kong, La “Mecca” del lusso della città che ospita grattacieli e lussuosi negozi. Per scoprirla, basta imboccare la famosa Queen’s Road, la prima strada della città.

 

Lan Kwai Fong (LKF)

La notte è piccola per noi, e giovane ad Hong Kong. Ristoranti e locali alla moda sono tutti situati al Lan Kwai Fong, meglio nota come LKF. Il divertimento è assicurato e io qui ho trascorso un pezzo della notte di San Silvestro dopo lo spettacolo pirotecnico giù ai moli.

The Escalator

È stata costruita nel 1994 non solo al fine di permettere un particolare tour per la città di Hong Kong, ma anche come mezzo di trasporto pubblico. È la scala mobile più lunga del Mondo ed è una delle principali attrazioni della città.

 

Ci sarebbe ancora molto da aggiungere ma lo spazio è tiranno. Un’ultima cosa però: mangiate il Dim Sum, il piatto tipico, e usate i mezzi di trasporto visto che Hong Kong conta di una avanzata rete di collegamenti urbani.

Buon Viaggio