È l’eterno dilemma. Simpatia o fascino?

Da una parte sembrano essere ‘premianti’ bellezza e charme. Dall’altra evviva, forever, la simpatia che conquista.

Riguarda tutti, Donne e Uomini. Forse con l’avvenenza vieni subito notato, con la simpatia ti infili al centro della scena. Più o meno funziona così?

Ci sono un sacco di storie che tutti conosciamo. I belli corteggiati, i simpatici perenni amici. Talvolta in effetti pare che i simpatici abbiano la calamita in termini di resistenza ma siano surclassati nel breve termine dai belli. Nei gruppi capita che ci sia quello sempre ammirato e inseguito per ragioni estetiche e quello di cui tutti si ricordano quando vogliono allegria o cercano una spalla solidale.

Capita addirittura che le Amiche vadano in giro in coppia: una più bella e una più simpatica. Insomma potrebbe pure essere un metodo per allargare la platea del gradimento no?

Finché scherziamo non ci è chiaro cosa si riveli vincente. Se poi approfondiamo con un pizzico di serietà sappiamo bene che la bellezza fuori non è male, quella dentro è proprio bene… insomma ci piacciono le qualità, non le facce e le forme, delle persone.

Eppure, diciamolo, spesso ci appioppano e appioppiamo un’etichetta. Anche per identificare al volo qualcuno adottiamo quei parametri: quello simpatico, quella simpatica, quello bello, quella bella. Non vogliamo screditare e neppure tessere chissà quale elogio, ci viene solo comodo per spiegarci in un baleno.

E alla fine il dilemma, giocoso, resta. Preferite l’etichetta di bellezza o di simpatia?

Mollia Style l’ha sciolto a modo suo. Già…io propongo una diplomatica e intelligente soluzione: perché non riuscire ad investire e a rendere su entrambi i fronti?

Tutto sommato la personalità è la chiave di volta. Un pizzico di bellezza e un pizzico di simpatia ben mescolate ci rendono sicuramente memorabili!