Mai rimandare a domani un abbraccio che puoi dare oggi.

È un’ovvietà? Dovrebbe esserlo eppure nella vita capita eccome, di rimandare.

Non abbiamo tempo, siamo timidi, siamo orgogliosi. C’è qualcosa che ci frena o ci distrae. Il problema è che spesso rinviare fa del male e ci fa del male.

Anche osare e seguire sempre l’istinto può farci sbagliare, lo so. Però accumulare rimpianti, occasioni perse, saluti non dati, parole non dette, momenti non goduti, è forse un errore più pesante.

Talvolta il bello di un momento non ha repliche, un incontro non si può ripetere, un’emozione perde freschezza. E ci si conficca nel fianco quella spina che ci fa tribolare. Non voglio farvi pensare a tragiche circostanze però sono proprio quelle, che dovrebbero farci riflettere. L’appuntamento con le persone che amiamo, stimiamo, rispettiamo, dovremmo sempre aspettarlo a braccia aperte!

La bella sorpresa di un’amica che non vediamo da settimane, il nostro uomo che ci raggiunge nella pausa pranzo, un collega che si trova casualmente nelle nostre zone, sono impagabili guizzi di vita.

E poi da un po’ medito su un pensiero. Ci sono slanci che talvolta tratteniamo per una sorta di pudore, perché ci sembrano fuori luogo, perché siamo abituati a forme più rigide…non sono invece da liberare? Questione solo di passionalità? No, inizio a credere sia una sorta di sapienza dell’età. Una sapienza glamour cuore e cervello!

Essere aperti, andare incontro alle opportunità, gioire di piccole allegre circostanze, è un toccasana. E non solo. Può insegnarci, può darci nuovi stimoli, può distrarci da un momento no.

Mai dire mai all’entusiasmo per qualcuno che merita le nostre attenzioni. Mai dire mai all’entusiasmo per un prezioso spazio di tranquillità, di baldoria, di condivisione, di affetto.

Mi scappa anche da ridere…per caso con gli anni che passano divento anche saggia!?!?!?