Parliamone. Di bilancia, misure e specchio.

Io la mia storia l’ho raccontata. Sapete che il peso forma l’ho inseguito con ansia e fatica. Però…non odio le curve, anzi. E adoro, è noto ma repetita iuvant, il glamour cuore&cervello. È lui, l’unico buon gusto, l’unica vera regola, l’unico parametro valido, l’unica gioia della vista e dei sensi.

Bellezza, fascino, personalità, non vanno né a chilo né a metro. Risiedono appunto nel nostro stile, nella nostra unicità, nel nostro tocco magico. Il tocco magico di Donne che hanno grazia, carattere, sogni e autoironia.

E allora niente ossessioni ma sane abitudini e scelte originali.

Benessere, innanzi tutto. Che passa da una buona alimentazione, dal giusto riposo, da tanta attività fisica e da uno spirito buono e vivace. Eh già, amiche, io la cattiveria la vedo brutta come i visi e i corpi che la indossano! Ecco dunque che un sorriso e uno sguardo gentile fanno già una grande opera di beauty.

Attenzione al sovrappeso perché può creare parecchi problemi ma altrettanta attenzione alle magrezze esasperate e forzate. Giova agli occhi e al guardaroba una taglia adeguata, non una spropositata o una striminzita.

Adeguata alla propria altezza, costituzione, età.

Del resto se le abbuffate non sono una gloriosa abitudine non lo sono neanche le diete tragicamente ipocaloriche. Il buon gusto è sempre in armonia con il buon senso!

Lor signori, gli Uomini, spesso gradiscono le morbidezze più degli spigoli. E in fondo anche noi ammiriamo i pettorali scolpiti ma non disdegniamo le maniglie dell’amore dei nostri compagni non più ventenni.

Questa è un po’ la semplice ma perfetta sintesi, sentimentale e ragionevole, dei rovelli sul nostro fisico.

Se alle sane abitudini aggiungiamo scelte originali la passerella del corpo incantevole è nostra, Donne!

Quali sono le scelte originali?

Magari orientarsi nel groviglio del mercato e della moda per esprimere il nostro inconfondibile charme: dettare le regole invece di subirle. Inconfondibile, rammentatelo, è una parola chiave.

Magari affrontare con gioia il ‘peccato di gola’ perché cedere alle tentazioni e godere del cibo in compagnia è sinonimo di simpatia e umanità!

Magari avere cura di lavorare sui reali o presunti ‘difetti’ per valorizzare la nostra silhouette e la nostra identità!

Diciamo sì all’equilibrio e no alla schiavitù dell’aspetto esile e deperito.

La nostra autentica femminilità, Donne, passa anche da questa conquista. Siete d’accordo?

Non reggo il confronto con Monica Bellucci però sono Mollia Style!

Appassionatamente

 Antonella