Quante volte passiamo i giorni accumulando aspettative?

Quanti desideri rinviamo a un futuro indefinito?

Quante aspirazioni restano sogni nel cassetto?

Non possiamo realizzare tutto, non possiamo sempre avere ciò che vorremmo, non riusciamo mai ad afferrare la “vita ideale”…eppure non dovremmo mancare l’appuntamento con l’attimo.

L’attimo che capita, che ci sorprende. L’attimo bello, l’attimo possibile.

Magari non servono fuochi d’artificio, grandi cose e super novità, magari basta godere di quell’istante preciso.

La difficoltà è farci caso. Perché siamo lì a smaniare per le nostre voglie, a rincorrere qualche obiettivo, ad attendere chissà quale risultato, ci può passare sotto il naso l’attimo delle emozioni.

Io sono una persona ambiziosa, non mi accontento facilmente, penso spesso a quello che mi manca o a qualcosa in più che mi farebbe piacere. Però ho imparato a fermarmi a riflettere. Ho imparato a non trascurare quel momento che mi trovo tra le mani.

Quando sono brava e godo l’attimo, capisco che la serenità è quella sensazione lì: quel lampo di bellezza, di gioia, di semplicità! Nel tempo sono migliorata, ho appreso l’arte del metodo: quello dell’attenzione al presente. Respiro per respiro, bisogna esserci. Quanto più siamo pronti a cogliere l’occasione, tanto più possiamo commuoverci, divertirci, sorridere.

Ho scoperto che provo una leggerezza indescrivibile. Come se mi immergessi con tutti i sensi in una piccola magia. È una meravigliosa sferzata di energia!

Ognuno ha il suo attimo. C’è chi ama trovarsi in un luogo, chi anela al rifugio di un abbraccio, chi risplende per una sorpresa.

Del resto succede a tutti, di avvertire un’ondata di calore e di allegria no? Ecco, penso sia fantastico farne tesoro. Stare lì beati e grati.

Forse davvero la felicità è fatta dei momenti che riusciamo ad apprezzare, di quelli che ci fanno crescere, di quelli che ci riempiono il cuore. Anche se durano il tempo di un battito di ciglia!