Lato-B-riccio

Siamo la chioma che abbiamo o quella che mostriamo?

Le lisce cercano i riccioli e le ricce vanno di piastra: mai contente, questo si sa. Del resto pure le tinte sono lì a tentarci, con le loro brillanti sfumature o le intense impronte, e noi cediamo volentieri alla lusinga dei desideri e del look.

Lato-B-riccioCorti, lunghi, raccolti?

Qualche volta a ispirarci è la moda o il consiglio della parrucchiera di fiducia, altre è pure ostinazione. Altro che dare retta ai guru dell’immagine, assecondare forma del viso e caratteri, capitolare alla comodità: vogliamo quel taglio e quella piega costi quel che costi. Se ci vediamo bene allo specchio con un caschetto biondo, niente e nessuno possono farci cambiare idea.

Salvo poi -of course- svegliarci una mattina e decidere il radicale colpo di testa: uno zac ardito, un rosso acceso, una cascata di boccoli.

Il mio lato B esibisce la mia versione al naturale e quella fior di spazzola e phon.

La prima riservata all’estate e ai momenti di totale relax, la seconda più disciplinata e ricercata per tutto l’anno.

L’opzione crespo e criniera ribelle vuol dire deporre il pettine di guerra, armarsi di balsamo e creme nutrienti, avventurarsi tra oli e schiume e poi accorgersi che possono qualcosa solo pazienza, amore e sorriso. L’opzione più elegante significa scansare la pioggia per non ritrovarsi nella situazione precedente oppure affidarsi periodicamente a una stiratura ma, in compenso, sfoderare una messa in piega sobria e ordinata.

Altro che un diavolo per capello e grilli per la testa, io e l’acconciatura siamo un’enciclopedia di scoperte. Ci siamo abituate pure agli schieramenti: c’è chi ci predilige in stile afro e chi al massimo ci applaude con qualche onda sulle punte. Noi, francamente, ce ne infischiamo del tifo. Scendiamo a patti solo tra noi, a porte chiuse.

Comunque il vero successo è aver compreso che nei miei capelli è custodito un bel pezzo di personalità. Sono quella donna lì, decisamente mossa ma caparbiamente incline a un hairstyle glamour.

E allora? E allora di capelli parleremo perché riflettono la nostra salute, la nostra identità, il nostro umore. Ogni riccio è un capriccio ma pure averlo liscio può essere un pasticcio. Il segreto di Mollia style prima o poi svela la soluzione per tutte. Promesso!

                                                                                                     Appassionatamente
                                                                                                             Antonella