I likes non hanno età. I social, come i cellulari, hanno accomunato tutte le generazioni. E fin qui potremmo anche gioire o, almeno, non stupirci o preoccuparci.

A destare perplessità e addirittura allarme è l’ansia, da likes.

Una foto, un video, un pensiero e poi l’attesa. La spasmodica attesa di likes. Questo è più o meno quello che viene registrato come pericoloso preludio alla vera ossessione da conferme.

In effetti quando pubblichiamo il nostro simpatico selfie, la citazione che amiamo, un ricordo cui siamo molto cari, è evidente che speriamo siano notati e apprezzati. Fino a un certo punto è umano, molto umano. Quando però dai likes facciamo dipendere le nostre scelte, il nostro umore quotidiano, la nostra carica vitale, dobbiamo davvero spaventarci e fermarci.

La vita è altro, la vita è oltre. La vita non sta dentro un numero di pollici alzati, di caldi cuori o di estasiati wow. E neanche l’affetto e la stima si misurano in approvazioni a colpi di emoticon e click.

È una brutta sofferenza, quella di chi ha sempre bisogno di un segnale di ok.

È una brutta sofferenza, quella di chi non può fare a meno di sbirciare continuamente sul cellulare il numero di reazioni entusiaste a un post su facebook o a un’immagine su instagram.

È un grosso, enorme, gigantesco, torto a se stessi e agli altri quello che si fa ogni volta che invece di godersi un momento, una compagnia, un luogo, si scorre freneticamente l’elenco delle notifiche dei social.

Perché ve ne parlo?

Perché conosco un po’ di quella sofferenza e di quel torto. Sono forse una like’s victim? Spero ardentemente di no però non nego la mia delicata vulnerabilità. Peraltro la ‘responsabilità’ del Mollia Style è anche quella di dare vicinanza, piacere, emozione. E ogni volta che il numero dei likes non tocca le stelle mi rattristo un pochino. Mi interrogo. Mi agito.

Il mio proposito in verità è liberarmi e lo metto in agenda. Da oggi voglio esserci e comunicare con serenità. Da buona over 50 Mollia Style sono sulla strada per smettere: smettere di remarmi contro, smettere di non credere in me stessa, smettere di dare a qualcuno il potere di mandarmi in frantumi il morale.

E voi come state a likes e leggerezza?