Capita a tutti, credo, di aver paura di non farcela. Non farcela a superare una prova, a saltare un ostacolo, ad affrontare un problema, a risolvere una situazione. L’insicurezza e i timori sono umani. Molto umani.

Penso a quelle volte in cui è il nostro cuore, a salvarci. L’amore, la passione per qualcosa, la speranza in un risultato possibile, sono le molle scattanti che ci tengono in piedi, ci danno energia, ci motivano, ci fanno arrivare alla meta.

Il cuore che vuole intensamente. Il cuore che crede. Il cuore che non molla.

La testa ci dice che non è possibile, che è troppo difficile, che è una lotta impari…ma il cuore, per fortuna, non si ferma. Non sente ragioni.

Quando è il cuore ad animarci resistiamo e combattiamo. Quando è il cuore ad animarci abbiamo fiducia.

Anche il cuore può sbagliare, è vero. Ma oggi penso alle volte in cui è motore, forza, stampella e bussola. Penso a quando non ci lascia lì a tremare davanti a un muro e ci fa spiccare il volo. Penso a quando ci conforta e ci fa tirar fuori tutta la tenacia possibile.

Il cuore oltre l’ostacolo è la nostra carica vitale. La luce accesa in fondo al tunnel. La grinta che mettiamo per cavarcela, l’idea che ci sorregge.

Ecco…oggi immagino il cuore come scrigno di sentimenti e di pensieri positivi. Come inesauribile carburante.

Dedico queste riflessioni a me e a tutte le Amiche e gli Amici che hanno bisogno di una sferzata di calore e di ottimismo…