Nel vocabolario del mio guardaroba quest’anno è entrata la parola midi!

Oltre alle mini e alle lunghe, hanno fatto ingresso nel mio look le gonne midi.

Quella che indosso è a doppio strato: pizzo a macchia di leopardo e sottogonna marrone di tela tipo shantung di seta. Mi piace moltissimo. Pizzo prezioso in stile decisamente pratico.

Molto chic e femminili, le midi sono talvolta accusate di essere un po’ ‘tagliagambe’ per chi non è particolarmente alta.

Il Mollia Style vuole sfatare questa leggenda metropolitana con il solito efficacissimo glamour cuore e cervello! Innanzi tutto ci sono molti modelli, di longuette: a tubo, a campana, ad A e ogni fisico può dunque trovare la forma più idonea a un buon risultato allo specchio…Poi c’è il tessuto che può fare miracoli sulla silhouette: in caso di rotondità è decisamente eccellente scegliere le ampiezze con un tessuto morbido che cade e nasconde, ad esempio! Le stoffe più spesse e rigide allargano e abbassano, si sa. Le versioni ricche e corpose vanno dunque lasciate alle figure super esili.

Importante anche il colore, naturalmente. Le tinte unite o le fantasie molto scure slanciano più di una super chiassosa fantasia. E ancora? Gli abbinamenti!

Quella midi è una lunghezza ‘retro’ quindi bisogna esaltare questo effetto di grande charme. Con le combinazioni che scegliamo e con il portamento, of course.

Il metro e 64 centimetri del Mollia Style evita le scarpe bassissime quindi anche nel caso di un anfibio scelgo il platform.

Sì, io infilo anfibi e calzino a vista. Chi ha caviglie e polpacci importanti può invece optare per un collant molto coprente.

Prediligo l’accostamento con una giacca elegante che gioca a contrasto con la calzatura più grintosa e casual. Ecco, così ne faccio un outfit versatile, sportivo ma anche elegante!