Unghie…croce e delizia!

Lunghe o corte, l’imperativo è curate. Immagino siate tutte d’accordo. Soprattutto quelle delle mani, sempre in vista, sono una sorta di nostro biglietto da visita.

Ovviamente tenerle ben curate non richiede necessariamente colorazione però lo smalto rappresenta da tempi immemori un classico tocco di charme, come il rossetto che le nonne ci hanno insegnato a tenere in borsa sempre pronto all’uso!

Facile mettere bene i ‘vecchi smalti’? No, soprattutto nel caso del fai da te in casa. E poi? Si sbeccava dopo pochi giorni (o qualche ora) e, francamente, faceva schizzare subito la voglia di passare l’acetone e eliminare il disastro: meglio le unghie nude che con lo smalto smangiucchiato!

Negli ultimi anni dunque siamo state tutte attratte dalle nuove meraviglie estetiche: gel e smalto semi-permanente.

Io ho scelto lo smalto semi-permanente. Lo uso da 5 anni con qualche breve pausa di riposo. Il risultato è fantastico!!! Unghie omogenee e lucide, durata di tre settimane, colori bellissimi e mani in perfetto ordine.

Le caratteristiche ‘visive’ dello smalto semipermanente non si discostano molto da quelle del gel, trovo però abbia due grandissimi vantaggi: un’applicazione più veloce e, soprattutto, una rimozione più semplice e che danneggia meno le unghie. Lo spessore di stesura del gel richiede una lunga e incisiva limatura delle unghie fino allo strato naturale prima di poter passare a un nuovo strato di gel, inconveniente che non si propone invece con lo smalto semi-permanente.

Naturalmente…Shellac!!! Ottima qualità, colorazioni super moda, applicazione e rimozione rapida, indolore e innocua.

Costo? Dal punto di vista economico il semi-permanente è esattamente la soluzione intermedia tra smalto tradizionale e gel. Un po’ più caro del primo ma meno del secondo. La maggior spesa peraltro si ammortizza con la tenuta quindi si rivela una scelta oculata.

Io sono davvero tanta soddisfatta!