Famiglia per me è amore.

Ma anche punto di partenza e di incontro, condivisione, comprensione, solidarietà.

Famiglia per me è alleanza, cammino, scoperta. Famiglia è possibilità.

Famiglia è vita.

Non importa da chi e come sia composta, importa quello che c’è, importa quello che dà, importa quello che esprime. A litigate, giorni sì e giorni no, abbracci, complicità, fatiche, progetti. A piccole e grandi abitudini, a ricordi, a somiglianze e differenze. Le famiglie sono quei luoghi del cuore che nascono e crescono a moti di volontà, di piacere, di responsabilità.

Quando penso al mio Roby e alla mia Ludo sento di avere un tesoro, di far parte di un tesoro. Un valore. Ecco, la famiglia è un valore. Uno scrigno di impegno, rispetto, affetto, passione.

So che non è sempre così. So che non è sempre un nido confortevole e felice. So che talvolta è una condizione di sofferenza, di disagio, di tristezza.

Proprio per questo mi stringo alla mia, proprio per questo stringo la mia.

Riconosco e onoro il valore. Ogni giorno.

Mi emoziono e mi commuovo. Immensamente.

Credo che questo privilegio mi chiami all’allegria, alla gioia, alla pace.

Credo che questo privilegio meriti il mio slancio costante.

Credo che questo privilegio sia la forza e l’energia per sogni belli, bellissimi.

Mi avvio ai 55 anni e mi è chiaro quanto vada protetta, coccolata, nutrita, la famiglia.

Ora più che mai un pensiero lo rivolgo a chi appunto non vive questo amore, non ha una famiglia, attraversa il tormento di situazioni familiari brutte. Un pensiero non allevia, non conforta, non risolve, me ne rendo conto e mi spiace, mi spiace infinitamente.

Questo è il motivo per cui esorto me e tutti coloro che possono vivere una famiglia felice a dare il massimo, istante dopo istante, e a essere grati al cielo.