Mese d’ottobre impegnativo per il Mollia Style!

Tra le Donne ospita addirittura Elisabetta II del Regno Unito, Regina di Gran Bretagna, Irlanda del Nord e Reami del Commonwealth, governatore supremo della Chiesa d’Inghilterra, comandante in capo delle forze armate, Signora dell’Isola di Man e Baliva di Guernsey e di Jersey.

Spero di non dimenticare qualcosa.

Sappiamo che il suo è il regno più lungo della storia britannica: è salita al trono nel 1952 e ha quindi già celebrato 66 di corona. Sposa di Filippo diventato Duca di Edimburgo, madre di quattro figli (Carlo, Anna, Andrea, Edoardo), nonna e bisnonna.

Comunque la si possa pensare sulla monarchia, lei è la Monarca. Sono note al mondo la sua tempra, la sua tenacia, la sua serietà. Da taluni considerata un’inflessibile conservatrice, da altri osannata per equilibrata lungimiranza, Elisabetta II è l’emblema della Donna di valori forti e self control d’acciaio. Una Regina rispettata dai suoi sudditi sebbene non ami pubbliche effusioni e abbia sempre mantenuto un contegno formale e riservato. Una Regina talvolta chiacchierata per questa ‘freddezza’ ma sempre riconosciuta come incrollabile riferimento del Regno Unito.

Nelle occasioni pubbliche, le uniche che davvero ci è dato conoscere, Elisabetta II è cordiale ma impeccabile nell’etichetta. Per tradizione non interviene direttamente nella vita politica ma è difficile credere non abbia una grande e temuta influenza. Così ligia al suo ruolo, ai suoi doveri, alle sue responsabilità, la regina Elisabetta del Regno Unito non può che apparire come una ‘dura’. Forse lo è o forse è solo stata educata a non crollare, mai.

Neanche quelli che i tabloid hanno per anni lanciato e rilanciato come scandali familiari hanno mai incrinato il suo imperturbabile trono. Non posso sapere che Donna, che moglie, che madre, che nonna, sia davvero. L’ho però osservata nel suo stile. Quello dei colori sgargianti, dei cappellini unici, delle borse Launer (con le quali, in base a come le tiene o appoggia pare lanci messaggi al suo staff), dei suoi sorrisi accattivanti.

Glam a modo suo! Glam con una personalità forse unica!

Credo che nel suo sovrano e britannico aplomb, si conceda civetterie e tenerezze. E mi sono chiesta tante volte: è felice?

Quante volte il trono è stato scomodo? Quante volte ha desiderato più libertà? Quante volte ha pianto? Con più di 90 anni questa Donna ha visto grandi mutamenti, rappresentato una potenza, attraversato le esperienze umane di tutti noi, affrontato battaglie, provato apprensioni, incontrato gioie.

Penso abbia incarnato anche un modello di Donna, sempre sotto i riflettori del pianeta ma sempre attenta a non farsi spogliare. Come può non esprimere un profondo glamour cuore e cervello?

The Queen, Sua Maestà.