Mentre scienziati, guru e coach sono ormai critici sulla bontà del multitasking esasperato perché sottopone a uno stress che nel tempo non fa che minare serenità, efficienza e qualità generale di lavoro e vita, noi Donne ci scopriamo sempre inchiodate a una molteplicità di ruoli e attività.

Le Donne over 50 con lavoro, casa e famiglia sono spesso pure over multitasking.

Per molte è un’età professionale intensa ed è anche l’età in cui oltre ad essere madri si può essere nonne e pure figlie.

Proprio così. C’è chi ha figli ancora sotto lo stesso tetto, c’è chi ha figli già accasati che magari hanno bisogno di un aiuto per loro o per i loro piccoli, c’è chi ha i genitori anziani da assistere. E c’è chi ha tutto questo insieme.

Gli Uomini? Ci sono, insomma molti hanno imparato ad esserci, anche in misura importante. Ma noi Donne non siamo mai esonerate da qualcosa, sollevate del tutto da incombenze e responsabilità, prontamente sostituibili con qualche sostegno esterno. Semplicemente siamo Donne. Donne over 50, peraltro…ovvero cresciute nella cultura della presenza. Facciamo fatica, a prenderci la libertà di alleggerirci un po’ dal carico di impegni. Impegni pratici e di pensiero.

Sì, a noi basta già il pensiero di una situazione per farci sentire emotivamente coinvolte, in allarme. Le necessità dei figli, la salute traballante dei genitori, le faccende domestiche, le cure per i nipotini, il rigore professionale, tutto il giorno ogni giorno affollano la nostra mente di preoccupazioni, di ansie, di istinti protettivi, di esigenze organizzative.

Siamo maturate, negli ultimi anni. Abbiamo capito che il nostro ben-essere è utile a noi e a chi ci sta intorno. Ci siamo impadronite di qualche spazio di relax. Abbiamo tirato fuori un po’ di sogni e piaceri dal cassetto per non lasciarli lì a morire. Forse siamo diventate multitasking un po’ più in forma, più consapevoli e desiderose di darsi chances e attenzioni ma…spesso facciamo ancora i conti con i “sensi di colpa”.

Se non soddisfiamo i bisogni o le aspettative di tutti, se non riusciamo ad arrivare ovunque, se non ce la caviamo a sbrigare tutto, riaffiorano quei dannatissimi sensi di colpa dei quali invece dovremmo proprio imparare a liberarci.

In sostanza credo che possiamo pure andare abbastanza fiere della nostra capacità di essere multitasking ma con allegra disinvoltura, senza pretendere da noi stesse l’impossibile, senza dimenticare che è ora di prendere la sana abitudine di godere di molti momenti senza l’alito sul collo del mondo.

Anche le nostre fragilità, i nostri limiti, la nostra voglia di evasione, meritano rispetto.

Donne over 50 e multitasking sventolate il glamour cuore e cervello!