Che la piantasse un po’ di andarsene in giro

La voglio come Biancaneve coi sette nani,

 noiosa come una canzone degli “Intillimani”

Voglio una donna “donna”, donna “donna”

donna con la gonna,  gonna gonna

Voglio una donna “donna” donna “donna”

donna con la gonna gonna gonna

 Prendila te quella col cervello,

che s’innamori di te quella che fa carriera…

Roberto Vecchioni ce le ha cantate.

Insomma, Donne, la donna in carriera pare indossi i pantaloni!

Le femministe presumo lo abbiano in discreta antipatia. Io francamente no. Ho l’impressione di comprenderlo, l’Uomo che si è visto scivolar via dalle mani la donna di un tempo, che l’ha vista trasformarsi in un manager aggressivo e mascolino, che non ne ha più sentito il profumo di femminilità. La verità è che la Donna col cervello, per dirla alla Vecchioni, dovrebbe restare semplicemente una Donna.

Una Donna con la gonna.

E una Donna con gonna e cervello il mondo lo dovrebbe conquistare, a colpi di intelligenza, grazia e sensibilità. Ma lo dovrebbe conquistare senza perdere la propria identità appunto, senza imitare, senza snaturarsi, senza rabbia e senza smania.

Purtroppo in realtà molte Donne lamentano trattamenti professionali poco lusinghieri e corretti, purtroppo molte Donne faticano a vedersi riconoscere il merito lavorativo, purtroppo molte Donne vengono viste come aride arriviste anche se aspirano solo a ciò che è naturale possano raggiungere.

Io sono stata fortunata, forse. A parte rarissime e trascurabili occasioni, non ho mai subito la sensazione di essere ostacolata o invisa perché Donna. Del resto non ho mai svilito la mia femminilità e non ho mai pensato di dover lottare ‘contro’ gli Uomini. Mai.

Mi piace però moltissimo riflettere sulle metà del cielo. E vorrei sapere. Sapere cosa ne pensano, le Donne e gli Uomini del Mollia Style. Il glamour cuore&cervello veste gonne e pantaloni in serenità, in armonia…L’incastro perfetto ci arriva dalla naturalezza. I n s i e m e  significa anche fianco a fianco, uniti e complici nelle diversità.

Le paure degli uomini, le frenesie delle donne: l’argomento è complesso, addirittura spinoso talvolta, me ne rendo conto. Ma proviamoci. Affrontiamolo, un po’ alla volta.