Quante volte abbiamo sentito dire che le Donne sono vanitose?

Credo che nessuna di noi neghi o si arrabbi.

Un po’ di vanità è femminile. Ma non ha nulla da spartire con vantarsi, ostentare, darsi arie.

Pavoneggiarsi simpaticamente davanti allo specchio è un tenero vezzo. Far la ruota seriamente con chiunque è una pessima esibizione di boria.

Cosa c’è dietro tutta la smania di mostrare? Forse la presunzione di un ego ingombrante, forse insicurezza mascherata, forse insensibilità, forse maleducazione. O un complicato mix tutte queste cose.

Io amo curarmi, specchiarmi, ben figurare e pure prendermi qualche complimento. Ma ho molto a cuore misura, delicatezza e rispetto. Non mi piace sbandierare in maniera incauta e grossolana e non gradisco affatto fare sfoggio di cose e situazioni. Credo che attenzione, intelligenza, umiltà siano sempre la chiave dell’umano equilibrio no?

Del resto faccio questa riflessione perché tengo a un concetto e non mi stancherò mai di ripeterlo. Nonno Giovanni docet e ha fatto breccia in me in maniera indelebile…il buon gusto è e esprime anche buon senso! Non è certamente elegante, tanto per fare un esempio, indossare un abito super ultra mega chic atteggiandosi in modo da mortificare chi non ne ha la possibilità.

Siete d’accordo?

Ciascuno fa, sceglie, mette, compra, ciò che può, sia ben chiaro. Questo non vuol dire -come si dice dalle mie parti- “spantegare” (spantega l’esaltato che si autoincensa ad ogni piè sospinto, chi va in giro a far vedere chissà che, chi non fa altro che esibire esibire esibire…). Un verbo evocativo, l’Accademia della Crusca dovrebbe ammetterlo!!!

Comunque, in perfetto stile Mollia Style, non mando al rogo neanche l’esibizionista cronica. Tutto sommato, dice certa psicologia, potrebbe davvero avere una bassa autostima e quindi comportarsi in modo irritante solo per il bisogno di darsi un tono. Facciamo buon viso e spallucce!