Come vincere la paura di avere paura? A botta calda direi senza porsi il problema! Mi spiego meglio altrimenti passo per un’esaltata che racconta di non avere paure o per una scriteriata che si butta davanti a tutto alla leggera.

Il punto è che è impossibile vincere sempre la paura. Forse non sarebbe neanche troppo umano. Talvolta potrebbe addirittura essere pericoloso.

La paura è un’emozione fortissima, a volte si sviluppa come reazione a un rischio a una minaccia, a volte è un istintivo meccanismo di sopravvivenza.

Ci induce a scappare, ci paralizza, ci sprona a lottare. Diciamo che ciascuno di noi ha una storia personale e uno specifico rapporto con questa o quella paura, con le sensazioni avvertite e con il modo di rispondere allo stimolo pauroso. Possiamo però dire tutti che spesso ci è capitato di avvertire il desiderio di non avere paura. Il sogno di essere coraggiosi, di mantenere il sangue freddo, di non lasciarsi travolgere da un incubo, è naturale e credo molto comune.

Tutto questo perché la paura fa paura. Ci fa stare male, ci fa sentire fragili, ci fa montare il timore di chissà quale catastrofe.

D’altra parte però la paura è: 1) un allarme che può essere di grande aiuto 2) uno stato d’animo del tutto comprensibile.

Quello su cui possiamo lavorare dunque è il nostro modo di intendere e affrontare la paura.

Non dobbiamo negarla. Anzi, dobbiamo accettarla.

Come ogni emozione fa parte di noi e merita rispetto e accoglienza. Fatto questo passo è altamente probabile, con tempo e determinazione, smussarne i toni più aspri, ammansirla. In sostanza prendendola tra le mani e indagando su cosa vuole dirci e da cosa arriva, possiamo imparare a gestirla meglio.

Accettarla ci libera dal fardello di dover essere eroi. Ammettiamo di avere paura e ci confrontiamo con la paura. Già questo ci alleggerisce. Una volta “umanizzata”, la paura un po’ si sgonfia, esce dalla fase acuta. Può addirittura diventare un piccolo ostacolo superabile con un minimo slancio. Quella residua, più coriacea e potente, teniamola cara senza farcene un cruccio. In fondo non tutto si può vincere, è già tanto non farsi immobilizzare.