Immagino lo scetticismo!

Del resto quale Donna trova la propria silhouette meravigliosa? Forse nessuna.

Conosciamo più o meno tutte le classiche ‘classificazioni’ del corpo femminile:

A PERA quando vita e spalle strette si allargano in fianchi e gambe morbidi

A MELA quando le rotondità del corpo convivono con braccia e gambe sottili

A CLESSIDRA quando un piccolo girovita sottolinea un decolleté abbondante e un lato B rotondo

A TRIANGOLO quando le spalle sono decisamente importanti e le gambe lunghe e snelle

A RETTANGOLO quando il corpo ha poche curve, il fisico è asciutto e squadrato.

Queste sono le forme in cui possiamo identificarci per una guida al look più adatto a noi. Però non basta!

Sulla silhouette c’è moltissimo da dire e non posso esaurire l’argomento in un post. Prometto appuntamenti periodici perché ogni Donna possa trovare davvero meravigliosa la sua silhouette!

Innanzi tutto nessun modello ci rappresenta perfettamente. Poi ognuna di noi ha caratteristiche sicuramente uniche: pensate che bisogna considerare anche l’altezza, i capelli, l’incarnato…  E non siamo delle misure, una taglia, una sagoma!

C’è la personalità, a fare generosamente la differenza.

E con lei il gusto, lo stile.

E allora?

Allora sono utilissimi i consigli per valorizzare il proprio fisico con l’outfit giusto però il Mollia Style è oltre, il Mollia Style è glamour cuore&cervello. Quello che farò quindi è stare vicina a Pera, Mela, Clessidra, Triangolo e Rettangolo perché mettano l’anima in passerella e si sentano meravigliose!

Già, fare pace con la silhouette si può. Il fascino non ha una fisionomia, elettrizza, illumina e seduce in qualsiasi corporatura. Bisogna solo tirarlo fuori, farlo vivere. Ogni Donna Mollia Style è libera di esprimere e sottolineare la propria bellezza e la propria unicità.

Ci vuole impegno, ci vogliono diversi step. Siete pronte?

Il primo è il check up allegramente spietato. È indispensabile!

Inutile innervosirsi o piagnucolare per il nostro 1 mt e 80 o per il nostro 1 mt e 50, per l’ossatura molto piccola o massiccia, per il 34 o il 40 di scarpe: devono diventare semplicemente uno dei nostri tratti distintivi. Solo così possiamo giocare fino a diventare meravigliose!

D’altra parte invece essere “grosse” è un elemento da valutare: l’obesità non giova alla salute e bisogna quindi bisogna correre ai ripari, il chiletto in più che attenta la nostra smania di magrezza non deve affatto intristirci o farci litigare con lo specchio. Giammai!

Mettetevi dunque allo specchio e poi su carta e penna segnate esattamente i vostri punti sì e i vostri punti no cercando di essere il più possibile obiettive (immaginate di valutare un’altra persona, vi aiuterà). Mi raccomando: disinvolte, autoironiche, veraci! Vi aspetto per gli incontri di style personalizzato! Il Mollia Style garantisce divertimento e risultati glam.