“Darsi un tono” significa darsi arie?

No, spesso significa adeguarsi a una circostanza, fare buon viso a cattivo gioco, sfoderare le proprie migliori qualità, fare la linguaccia alle paturnie inconcludenti.

“Darsi un tono” significa ingranare la marcia over 50 con stile, carisma e una bella dose di appassionata grinta che sbaraglia.

Ho parlato di autoironia, nei giorni scorsi. Virtù da benedire, vero e proprio toccasana! E allora, se riusciamo a riporre nel cassetto l’alito sul collo dell’età che avanza e anche tutta quella dannata serie di condizionamenti e insicurezze e ammennicoli vari, possiamo iniziare l’opera di conquista.

Sì, si tratta di conquista. Perché dobbiamo proprio sedurci, cadere letteralmente ai nostri piedi, metterci al servizio dei nostri sogni, stendere uno scintillante red carpet al nostro passaggio. Perché dobbiamo entrare nel mood Donna di cuore e cervello. Perché siamo in missione verso il Ben-essere.

Allegramente e spudoratamente glam.

Il glam Mollia Style, s’intende.

Vogliamo parlarci chiaro? Tempus fugit. Altro che storielle sulla gioventù lunga, siamo Signore nella seconda metà della vita. Prendere o perdere per sempre.

Ora o mai più. Punto.

Quindi…o facciamo pace con tutto e ci inebriamo oggi di noi stesse o possiamo dimenticarci di avere altre chanches domani.

Ma come si fa???

Prima cosa cestiniamo la lente di ingrandimento che viviseziona il pelo nell’uovo che non ci garba.

Seconda cosa prendiamo i nostri bei pregi e facciamone una gigantografia.

Terza cosa esercitiamo senza freni il piccolo umorismo quotidiano, l’euforia, l’entusiasmo.

Quarta cosa imponiamoci la sana abitudine di abbracciarci. Proprio abbracciarci, facciamoci proprio sentire la stretta dell’affetto.

Quinta cosa alleniamoci ogni giorno a rompere uno schema, a mandare in frantumi un limite, a cancellare un brutto pensiero. Una rimozione al giorno dilata lo spazio per freschi ingressi di sensazioni positive.

Sesta cosa: se già non lo facciamo, impariamo al volo a praticare l’arte della relazione, tessiamo la trama delle occasioni simpatiche, portiamo la nostra generosa presenza ovunque. Sì, avete capito bene. Sorrisi a profusione, empatia, rapporti umani a gogò! Questa è una chiave che spalanca porte di serenità letteralmente grandiose.

E io?

Io sono una che deve riuscirci. Ce la farò? Lo spero tanto, tanto, tanto. Ma so, devo dirlo anche a voi, che la speranza non basta. Ci vuole la decisione. Dunque che facciamo, ci facciamo forza Amiche? I n s i e m e  sarà più facile decidere e farcela!!!